Piazza San Pietro (2)

  •  
  • 474
  • 7
  • 2
  • Italian 
May 28, 2012 01:49
Nel centro di Piazza San Pietro si trova un obelisco egizio, ai piedi di cui sarebbe stato crocifisso l’apostolo Pietro.
Il papa Sisto Quinto volle installare l’obelisco in mezzo alla piazza, davanti alla nuova basilica.
Michelangelo rifiutò quel progetto (o piano?), credendolo tecnicamente impossibile.
Allora il papa Sisto Quinto assegnò al giovane architetto Domenico Fontana tutti i mezzi monetari necessari per vincere le difficoltà e innalzare l’obelisco nel centro di Piazza San Pietro.
Dopo molti secoli di ignoranza trascorsi dalla caduta dell’impero Romano sembrava un lavoro impossibile.
A Roma non si parlava che di quell’impresa.
Quando era pronto, il papa diede la benedizione al giovane architetto Fontana, ma ammonì che se il suo tentativo non riusciva, doveva pagarla cara.
Per evitare il rischio, l’architetto ordinò a tutti i presenti di mantenere un silenzio completo.
A metà lavori, quando le funi stavano per prendere fuoco per causa del calore e l’obelisco poteva cadere, un giovane marinaio di Sanremo gridò: “Acqua! Dà acqua alle funi!”
I soldati papali già portarono il poverino alla forca, ma Fontana diede retta al consiglio del marinaio: le funi umide si accorciarono e tirarono su l’obelisco.
Il marinaio e la sua città natale San Remo ricevettero la benedizione del papa.
E ancora oggi è San Remo che manda i rami di palma per ornare la basilica di San Pietro la Domenica delle Palme.
Nel 1929 (millenovecentoventinove) il governo italiano ha riconosciuto lo stato del Vaticano.